Co-Progettazione Sociale

Co-Progettazione Sociale

APPROVATO DALLA REGIONE IL NOSTRO PROGETTO

Pensiamo sia una buona nuova l’esito favorevole della nostra partecipazione, come ente capofila, al bando della Regione Veneto promosso nel 2020. La notizia ci è stata comunicata il 30 dicembre scorso, direttamente sul sito della Regione Veneto.

In data 21 gennaio 2021 il direttivo di partenership associativa, ha dato avvio ufficiale al progetto “Insieme irRETIamo il Covid – per una qualità di vita migliore”.

Ma andiamo con ordine.

L’8 settembre dello scorso anno, in una festosa riunione presso le strutture parrocchiali di S. Cuore in Schio, un gruppo di associazioni che già avevano deciso di co-progettare insieme e collaborare più specificatamente nel sociale, si sono riunite e hanno firmato per mano dei loro presidenti l’istanza alla Regione Veneto (vedi galleria fotografica), secondo le direttive del Bando “progetti” (DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 910 del 09 luglio 2020 – Avviso pubblico per il finanziamento di Iniziative e Progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale. Attuazione Accordi di programma 2019 e 2020 (artt. 72 e 73 del D.Lgs. 117/2017 – Codice del Terzo settore).

Oltre a noi, partecipano in partnership operativa il Centro Aiuto alla Vita Odv di Schio, l’Ass. Donne per le Donne Odv di Schio e l’Ass. Solidarietà e Speranza Odv di Monte di Malo. Vi sono svariate collaborazioni a sostegno della progettualità, tra queste l’ente gestore del CSV vicentino, Ente Volontariato in Rete di Vicenza, il Comune di Schio e il Comune di Thiene.

La somma da noi richiesta, e concessa dalla Regione Veneto, al netto del cofinanziamento, ammonta a poco più di 30.000 €, e coprirà progetti a valere su un anno intero.

L’intervento riguarda la messa in opera di una quindicina di attività, o, meglio, “azioni sociali”, ben delineate, che prevedono:

  • l’impatto sociale atteso, ovvero da un lato i risultati che ci si aspetta a livello sia quantitativo che qualitativo per ciascuna azione e i relativi benefici apportati;
  • gli effetti moltiplicatori e la riproducibilità-sviluppo delle azioni svolte;
  • il valore aggiunto per il fatto di lavorare in rete (in tal caso in partenariato);
  • i benefici legati alla capacità di fare cose che riguarderanno e uniranno in più ambiti ritenuti prioritari.

Non riusciamo in questa sede ad entrare nei singoli dettagli, ma contiamo di farlo quanto prima, nei modi e con i canali che saranno ritenuti più idonei.

Pertanto contiamo di tenervi aggiornati e, soprattutto, contiamo di coinvolgervi.

Verrebbe facile affermare e chiedersi, come fanno in molti: c’è il covid, come faremo?

Beh! Noi crediamo che … insieme possiamo irRETIre il Covid!

A cura di Gianni Faccin

a nome e per conto dei presidenti delle quattro associazioni:

Maria Elisa Lagni – Maria Antonietta Spiller – Gabriella Toso – Giorgio Santacaterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.