Dalla parte degli Ultimi

L’Associazione denominata spesso Gsm San Giorgio Onlus, nata nel 2003 a Poleo al fine di regolarizzare il rapporto con l’Amministrazione Comunale nella gestione ecologica da parte di volontari organizzati, si è da subito impegnata in progetti sociali locali, ma anche nel sostegno di alcuni missionari.

L’Associazione, pur nella propria autonomia e laicità, ha sempre dialogato e collaborato con i mondi parrocchiali in modo propositivo e costruttivo, ed è ora pronta ad affiancare la nuova Unità Pastorale allargata che vedrà unite già quest’anno l’UP del Duomo con l’UP di S. Cuore S. Giorgio S. Caterina.

Il nostro impegno riguarda:

  • la promozione sociale e culturale della comunità di appartenenza;
  • il sostegno di alcuni missionari, tra i quali ricordiamo Pe. Pedro Facci che opera in Brasile e Sr. Germana Boschetti attiva in Madagascar;
  • il sostegno economico, personale e psicologico a persone e famiglie nel disagio.

In riferimento a questo ultimo impegno è stato anche creato il “Fondo di Solidarietà San Giorgio”, alimentato da donazioni e dai proventi del “5 per mille”, per intervenire in situazioni di bisogno economico, attraverso interventi mirati su progetto personalizzato e condiviso con i Servizi Sociali del Comune di Schio, San Vincenzo, Schio C’è, Caritas ed altri gruppi attivi sul territorio all’interno di una vera e propria rete solidale. Di tutte le nostre attività c’è ampia traccia nella rivista distribuita a tutta la popolazione negli scorsi mesi. Rivista denominata ColoriAMO Insieme – Per una comunità di persone.

Questa denominazione, su cui abbiamo molto riflettuto, sarà il nostro piano per il futuro prossimo, o almeno questa è la nostra intenzione, a voler sottolineare il nostro essere a disposizione di tutti.

Ma perché facciamo questo? Provo a dare la mia personale risposta.

In un mondo sempre più globalizzato che si regge sulle logiche della produttività, del guadagno, inevitabilmente c’è qualcuno che si prende indietro e viene cacciato ai margini del sistema. Gli ultimi. E costoro sono sempre più in aumento! Noi non vogliamo rifugiarci nella latente indifferenza, vogliamo ardentemente fare la nostra parte.

Apriamo gli occhi, ascoltiamo, condividiamo, progettiamo, per costruire assieme una nuova società fondata sulla fraternità, l’uguaglianza, il rispetto e l’accoglienza.

E’ possibile.

Dunque, restiamo umani e coloriamo insieme!

[Giorgio Santacaterina – presidente, da Il Bollettino del Duomo aprile 2019  e in forma più ampia in editoriale da ColoriAMO insieme febbraio 2019]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.