irRETIamo il Covid … si procede

irRETIamo il Covid … si procede

AZIONI 2, 3 e 4 del progetto “Insieme irRETIamo il Covid”, finanziato dalla Regione Veneto con fondi statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
In realtà è già dal mese di gennaio che le azioni, tutte a cura del Centro Aiuto alla Vita Odv di Schio (CAV Odv Schio), sono in fase realizzativa.
Ecco la nota dell’Associazione partner.

“Il Centro di Aiuto alla Vita Odv, in partenariato con le associazioni: “Gruppo Sociale Missionario San Giorgio Poleo Odv Schio”, “Solidarietà e Speranza Odv Monte di Malo” e “Donne per le Donne Odv Schio” ha partecipato al bando regionale con il progetto “Insieme irretiamo il Covid – per una qualità di vita migliore” e ha ottenuto il finanziamento per avviare cinque progetti che prevedono in particolare:
• Apprendimento lingua italiana per favorire l’integrazione nel territorio e i rapporti con Scuola, Sanità e Servizi sociali del Comune di nostre assistite;
• Formazione per ottenere la patente di guida per favorire l’autonomia della donna negli spostamenti e poter accedere più facilmente al mondo del lavoro;
• Inserimento in Scuola dell’Infanzia e in Scuola Primaria per favorire l’integrazione dei bambini nel tessuto sociale attraverso il gioco con i coetanei, il rispetto delle regole e l’acquisizione della lingua italiana che renderà più facile l’apprendimento scolastico nel passaggio alla scuola primaria;
• Corso di economia domestica e di sicurezza, con attestato finale, che darà la possibilità, alle persone partecipanti, di poter trovare più facilmente un lavoro;
• Viaggio per salute sostegno a famiglie per controlli periodici e cure cliniche specialistiche fuori regione di familiari con gravi problemi di salute.

Tutti gli interventi sono curati direttamente dal Centro Aiuto alla Vita ODV e sono finalizzati ai bisogni delle comunità di riferimento, con particolare attenzione alle situazioni di fragilità e bisogno di madri sole prive di autonomia, con figli piccoli e senza appoggi familiari o nuclei familiari in situazioni di povertà economica a causa dell’emergenza Covid1-9. In particolare gli interventi si inseriscono nei processi di accompagnamento e presa in carico di persone e famiglie in situazione di fragilità, come programmato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.