Sette anni di 5 x 1000

Sette anni di 5 x 1000

Come forse si sa, l’importo di competenza dell’anno viene erogato di norma dopo due anni solari.

Quindi per essere puntuali, oggi, parliamo del periodo 2010 – 2016, sette anni appunto.

Ce ne parla uno dei volontari responsabili dell’associazione, con un articolo dedicato, in occasione della condivisione comunitaria del nostro operato.

IL 5 x Mille                                    

Tale misura è definita fiscale perché consente alle persone di destinare una quota dell’IRPEF (pari, appunto, al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche) a enti che si occupano di attività di interesse sociale, come le associazioni di volontariato e di promozione sociale e le onlus.

Esso rappresenta per i cittadini un modo democratico per sostenere le attività degli enti no profit con la preferenza per l’associazione scelta. I beneficiari a loro volta sono tenuti annualmente a dimostrare l’impiego delle risorse ricevute con apposita rendicontazione.

La nostra onlus, grazie alle scelte dei soci e simpatizzanti (circa 250 preferenze all’anno) percepisce annualmente dal 2013 dall’Agenzia delle Entrate una somma che viene destinata alle attività riguardanti le finalità del gruppo (vedere art. 6 dello statuto in altra pagina).

Gli importi ricevuti sono una risorsa e costituiscono una voce importante del bilancio annuale senza i quali non riusciremmo a sostenere molte attività.

Alla data odierna tali importi assommano complessivamente a € 38.039,86, come di seguito specificato:

anno finanziario importo data introito
1 2010  €                 3.317,03 20/08/2013
2 2011  €                 5.258,00 20/08/2013
3 2012  €                 6.271,58 28/10/2014
4 2013  €                 5.550,14 05/11/2015
5 2014  €                 6.499,82 07/11/2016
6 2015  €                 5.748,51 11/08/2017
7 2016  €                 5.394,78 16/08/2018
Totale  €               38.039,86

L’impiego delle somme percepite (con esclusione di quella pervenuta nel 2018 che è in fase di destinazione) risulta essere la seguente:

impiego delle somme importo
1 sistemazione strutture parrocchiali €            10.875,03
2 aiuti economici a persone in difficoltà €              8.663,07
3 aiuti alle missioni €              4.871,15
4 attività del Punto d’Incontro San Giorgio €               3.662,76
5 contributi ad associazioni e/o a gruppi €               3.216,42
6 funzionamento del GSM San Giorgio €               1.357,65
Totale €             32.646,08

[Gianfranco Brazzale, da ColoriAMO insieme, editoriale febbraio 2019]

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.