UN ANNO VISSUTO … PERICOLOSAMENTE

Dopo una lunga pausa riprendiamo il nostro dialogo. Per agevolarlo affiancheremo alle tradizionali forme di comunicazione anche la possibilità di incontrarci da remoto grazie alle nuove tecnologie, ma di questo vi daremo informazioni più avanti.

Difficilmente dimenticheremo il 2020. L’anno del Covid-19 con tutti i suoi vocaboli che ci evocano paure: epidemia, pandemia, positivo, virus, asintomatico, vaccino, terapia intensiva, tampone, mascherina, distanziamento per finire con lockdown. Ad un certo punto il peggio sembrava essere passato ed invece in questi giorni stiamo verificando che tutto si ripropone come prima, forse peggio di prima. Ci troviamo a fronteggiare una vera e propria emergenza sociale senza precedenti. Non solo di tipo economico, sanitario, culturale e politico ma piuttosto di relazione con l’altro o gli altri. Un pericoloso deterioramento del legame interpersonale, intergenerazionale e comunitario. Molte persone soffrono per situazioni di drammatica solitudine. Tantissime nell’ombra e nel silenzio. Il Gruppo Sociale e Missionario San Giorgio O.D.V. che da anni ha avviato i ‘Centri di Ascolto’ ha voluto aggiornare la propria offerta di ascolto condiviso, empatico e solidale con il progetto ‘DimmiTiAscolto’ proposto anche in modalità online (vedasi precedenti NiL). L’attività della Associazione è comunque proseguita. Abbiamo approfittato per progettare le nostre future iniziative, pensate quasi sempre in collaborazione con altre associazioni del territorio. Tra queste segnalo la partecipazione ad un Bando della Fondazione Cariverona e ad un altro della Regione Veneto. Il 22 ottobre si è svolta l’Assemblea Ordinaria per la approvazione del Bilancio Consuntivo per l’anno 2019, per la quale abbiamo sperimentato con successo la modalità di partecipazione da remoto, via Internet. Il 31 ottobre, grazie alla disponibilità del Centro di Servizio per il Volontariato di Vicenza, abbiamo offerto la possibilità di sottoporsi al Test Sierologico Rapido Covid-19 a 114 persone. Volontari del nostro Gruppo, delle strutture di solidarietà parrocchiali ed altre associazioni della città. Il servizio è stato molto apprezzato.

Chiudo ricordando che noi ci siamo e che insieme si può!

Arrivederci a presto.

Giorgio Santacaterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.