Mese: Maggio 2021

Bella Notizia!

di Suor Germana Boschetti (Ambanja – Madagascar)

Carissimi amici e benefattori,

il 24, festa di Maria Ausiliatrice, ci è arrivata la bella notizia che il progetto per la costruzione della scuola che avevamo da tanto tempo presentato ad un Organismo della Germania, è stato approvato!

Questo ci toglie una preoccupazione davvero “grossa”: per il prossimo anno scolastico non sapevamo dove mettere gli alunni della terza elementare!

Molti di voi sanno che cinque anni fa, in questa missione, abbiamo cominciato la “scuola” con bambini della “sezione piccoli” della scuola materna, cioè bimbi di tre anni.

Ogni anno sono entrati “nuovi piccoli”! Il motivo dell’apertura della scuola materna è che tante giovani mamme e anche qualche giovane papà continuavano a chiederci di aiutarli … di fare qualcosa per permettere loro di lavorare per sostenere le necessità della famiglia, visto che spesso, sono lasciate sole o lasciati soli con figli a carico.

Finiti i tre anni della materna, le stesse mamme e papà ci hanno “supplicate” di cominciare la scuola elementare. Coscienti che non avevamo abbastanza locali, abbiamo fatto il possibile e l’impossibile per accogliere gli alunni della prima elementare. Nella missione abbiamo liberato due stanzette, davvero molto piccole, e le abbiamo “adattate” ad aule.

Quest’anno i primi allievi che abbiamo accolto sono già in seconda, vedeste come sono cresciuti e “fieri” di essere i più grandi, i primi alunni della scuola “MARIE AUXILIATRICE”!

Tra qualche giorno verrà l’impresario per gli accordi e per decidere la data dell’inizio dei lavori. Vi terrò informati …

Per quanto riguarda i contagi e la vita quotidiana della nostra regione, posso assicurarvi che si è “quasi” tranquilli. Ci sono norme “obbligatorie” che qui, nella missione e nella scuola, cerchiamo di rispettare, anche se poi al mercato, per la strada … sembra che nessuno pensi alla possibilità di trasmissione della malattia! Per ora sembra che qui ad Ambanja non ci siano casi; anche all’ospedale si è meno tesi e attenti!

Domenica sera aspettiamo il discorso del Presidente che ci dirà la situazione del Paese e delle diverse regioni, in particolare di quelle che in questo periodo sono isolate, e informerà sulle decisioni prese dal Governo per i prossimi quindici giorni.

Un caro saluto a ciascuno di voi. Auguro giorni di serenità a voi e a quanti vi sono cari.

Con i nostri alunni vi affidiamo a Maria Ausiliatrice con la certezza che Lei vi sarà accanto!

RUNTS, che cos’è questa cosa?

ll 21 aprile prenderà finalmente il via, salvo proroghe, la creazione del registro unico nazionale del Terzo settore (Runts): pubblico, telematico e sostitutivo della miriade di registri nazionali e locali delle organizzazioni non profit. Lo ha dichiarato Unioncamere, che sta curando la progettazione, la realizzazione e la gestione della piattaforma informatica del Registro unico: «si sta lavorando per rispettare la scadenza del 21 aprile come data di inizio del popolamento del Runts. Ci sono da definire alcuni aspetti formali, come la scelta fra tre modelli grafici del Registro, ma la piattaforma è sostanzialmente pronta».

Non si tratta unicamente di un aspetto burocratico. Questa è ben di più.

Ne abbiamo parlato con il nostro presidente Giorgio Santacaterina.

Giorgio, in breve per i nostri Associati e Simpatizzanti, cos’é il Runts, come ne siamo coinvolti in quanto Odv e che conseguenze ne derivano?

Beh innazitutto il RUNTS acronimo di Registro Unico Nazionale del Terzo Settore è uno degli strumenti operativi individuati nella cosiddetta Riforma del Terzo Settore, avviata da una Legge Delega nel 2016. Questa legge intende riordinare un importante settore della vita sociale ed economica del nostro Paese. Si pensi che potrebbero iscriversi oltre 359.000 enti non profit, che impiegano oltre 850.000 dipendenti e contano oltre Cinque Milioni di Volontari. Tra questi circa 27.300 Aps (Associazioni di Promozione Sociale) e circa 36.500 OdV (Organizzazioni di Volontariato). Si procederà con l’abrogazione di tutta una serie di normative, alcune superate ed obsolete, e con l’emanazione di una normativa unica e completa (Codice del Terzo Settore) e la identificazione di specifiche aree di intervento. Il RUNTS ha come obiettivo innanzitutto il superamento dell’attuale sistema di registrazione degli enti, caratterizzato da una molteplicità di registri la cui gestione è affidata alle Regioni e alle Province autonome. D’ora in poi la gestione sarà centralizzata presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, anche se la gestione dello stesso avviene principalmente su base territoriale. Il registro ha una fondamentale funzione di trasparenza e di certezza del diritto, specie riguardo ai terzi che entrano in rapporto con gli Enti del Terzo Settore stessi.

Quali gli effetti e i benefici?

L’iscrizione nel RUNTS dà diritto ad accedere alle agevolazioni (soprattutto di carattere fiscale) previste per il Terzo Settore. L’iscrizione al Registro inoltre prevede che le Associazioni debbano rivedere i propri Statuti adeguandoli alla nuova normativa, identificando in uno specifico elenco le attività che si propongono di svolgere.  Il Gruppo Sociale Missionario San Giorgio OdV sta facendo tutto il percorso richiesto.

Ho incrociato il mio futuro per caso

di Fabrizio Benetti

Ho incrociato il mio futuro per caso, grazie al messaggio di un’amica che mi invitava a un incontro per confrontarsi sui temi legati all’omosessualità con altre persone della nostra città. Durante la prima riunione a cui ho partecipato ho sentito uno degli organizzatori accennare al fatto che sarebbe stato fondamentale creare un punto di riferimento per tutta la comunità LGBT+ dell’Altovicentino. Non sono una persona impulsiva, ma in quel momento ho sentito qualcosa dentro. Quella notte, a casa, ho capito che che avevo una missione da svolgere. 

Negli anni ho assunto un ruolo attivo all’interno dell’Associazione e moltissime sono state le attività che abbiamo organizzato con il gruppo. MaiMa si è dunque sviluppata come un’associazione di persone di ogni orientamento sessuale che si pone, come obiettivo primario, la lotta all’omofobia attraverso interventi nel mondo scolastico. 

Una dei nostri più grandi progetti è stata la creazione della rubrica online #MaiMaRisponde, in collaborazione con Io Sono Minoranza e Il Grande Colibrì. Abbiamo dato voce e risposta a tutti gli interrogativi dei più giovani e delle loro famiglie, che si affacciano per la prima volta alla scoperta delle diversità. L’obiettivo è quello di permettere a chiunque di ricevere delle risposte chiare su orientamento, omosessualità, unioni civili, transessualità, sessualità e non solo. Nel corso dei tre anni dalla creazione della rubrica abbiamo ricevuto più di 500 quesiti a cui abbiamo data tempestiva risposta, una grandissima responsabilità che però ci ha resi fieri del nostro apporto alla comunità LGBT+ e non.

Tra gli eventi più social che abbiamo creato c’è di sicuro l’AperiMaiMa. Negli anni infatti l’AperiMaiMa è diventato un appuntamento fisso per tutto l’Altovicentino. L’idea del nostro aperitivo friendly è nato dal desiderio di coinvolgere sempre più persone al nostro progetto ma anche di creare un ambiente inclusivo dove ognuno possa sentirsi libero di esprimere se stesso. Schio è diventata il centro di questo incontro e siamo felici di aver coinvolto quasi tutti i bar e ristoranti delle nostre città. 

Questa esperienza mi ha cambiato la visione del mondo e ho imparato una cosa fondamentale: il pregiudizio è una prigione, il giudizio è la condanna. Sta a noi spezzare le catene dell’omofobia.

Contatti: www.maima.online info@maima.online www.instagram/maima.insta www.facebook/maimagroup